MEET

MAYAN SMITH-GOBAT

1979

BIRTH DATE

25 YEAR

CLIMBING

NZ

NATIONALITY

FRANKENJURA

LOCAL CLIMBING SPOT

DISCOVER THE ATHLETE

< BACK TO ATHLETES

MAYAN SMITH-GOBAT

"Fin da subito ho amato questa sfida fisica e mentale e non sono mai tornata indietro." 

- Mayan Smith-Gobat

BIO

Quando avevo 7 anni sono stata costretta ad allontanarmi dalla mia casa e dalle montagne, mi sono trasferita nel mezzo della zona rurale della Nuova Zelanda, e qui ho scoperto la mia prima passione: i cavalli. Nel periodo scolastico usavo tutto il mio tempo libero per cavalcare, poi ho scoperto l'arrampicata. Dopo aver finito la scuola mi sono concentrata sull'arrampicata e sullo sci con la massima dedizione. Purtroppo dopo un brutto incidente sugli sci in cui mi sono rotta entrambi i piedi e la mandibola, sono stata cosretta a fermarmi. Da quel momento in poi mi sono dedicata esclusivamente all'arrampicata ed a girare il mondo per farlo. Ora ho trovato una casa in mezzo al Frankenjura, in una piccola fattoria con la mia famiglia composta da sette cavalli e due gatti.

APPROFONDIMENTI

Come hai iniziato ad arrampicare? Fin da quando ero una bambina mi arrampicavo sugli alberi e sui massi. Quindi in un certo senso ho sempre arrampicato, ma ho scoperto la montagna e l'arrampicata come disciplina a 16 anni quando ho lavorato con delle guide alpine durante l'estate ed ho fatto il mio primo corso di alpinismo. Ero affascinata da quel mondo e durante quell'estate andavo in montagna ogni volta che ce n'era la possibilità, ritornai anche l'estate successiva, tuttavia le condizioni erano avverse in alta quota, così alcuni amici mi portarono ad arrampicare in falesia... Fin da subito ho amato questa sfida fisica e mentale e non sono mai tornata indietro. 

Meta alpinistica preferita: Grandi pareti remote, possibilmente con molta esposizione e poche persone.

Risultati memorabili: Punks in the Gym (first female ascent), Salathe Wall (free), Womens Speed Record on the Nose, El Capitan, Riders on the Storm, Torres del Paine

Descrivi in 3 parole cos'è l'arrampicata per te:   Libertà, Sfida a livello fisico e mentale, Avventura

Come ti alleni? Principalmente mi alleno arrampicando o lavorando nella mia piccola fattoria. Inoltre vado spesso alla palestra locale per fare qualche boulder, a casa uso molto gli anelli e la hangboard.

Cadi, scivoli, sbagli il movimento... Che cosa ti spinge a riprovarci? La testardaggine ed il desiderio di risolvere questo enigma. Cadere e non avere la certezza di poter completare la via o eseguire un movimento, sono cose che mi motivano più di qualcosa che so di poter fare. La sfida di uscire dalla mia comfort zone mi spinge a dare sempre di più. 

Cosa fai quando non arrampichi? Vado a cavallo e lavoro nella mia piccola fattoria  

WILD COUNTRY FAVOURITES

MEET

MAYAN
SMITH-GOBAT

"Fin da subito ho amato questa sfida fisica e mentale e non sono mai tornata indietro." 

- Mayan Smith-Gobat

BIO

Quando avevo 7 anni sono stata costretta ad allontanarmi dalla mia casa e dalle montagne, mi sono trasferita nel mezzo della zona rurale della Nuova Zelanda, e qui ho scoperto la mia prima passione: i cavalli. Nel periodo scolastico usavo tutto il mio tempo libero per cavalcare, poi ho scoperto l'arrampicata. Dopo aver finito la scuola mi sono concentrata sull'arrampicata e sullo sci con la massima dedizione. Purtroppo dopo un brutto incidente sugli sci in cui mi sono rotta entrambi i piedi e la mandibola, sono stata cosretta a fermarmi. Da quel momento in poi mi sono dedicata esclusivamente all'arrampicata ed a girare il mondo per farlo. Ora ho trovato una casa in mezzo al Frankenjura, in una piccola fattoria con la mia famiglia composta da sette cavalli e due gatti.

APPROFONDIMENTI

Come hai iniziato ad arrampicare? Fin da quando ero una bambina mi arrampicavo sugli alberi e sui massi. Quindi in un certo senso ho sempre arrampicato, ma ho scoperto la montagna e l'arrampicata come disciplina a 16 anni quando ho lavorato con delle guide alpine durante l'estate ed ho fatto il mio primo corso di alpinismo. Ero affascinata da quel mondo e durante quell'estate andavo in montagna ogni volta che ce n'era la possibilità, ritornai anche l'estate successiva, tuttavia le condizioni erano avverse in alta quota, così alcuni amici mi portarono ad arrampicare in falesia... Fin da subito ho amato questa sfida fisica e mentale e non sono mai tornata indietro. 

Meta alpinistica preferita: Grandi pareti remote, possibilmente con molta esposizione e poche persone.

Risultati memorabili: Punks in the Gym (first female ascent), Salathe Wall (free), Womens Speed Record on the Nose, El Capitan, Riders on the Storm, Torres del Paine

Descrivi in 3 parole cos'è l'arrampicata per te:   Libertà, Sfida a livello fisico e mentale, Avventura

Come ti alleni? Principalmente mi alleno arrampicando o lavorando nella mia piccola fattoria. Inoltre vado spesso alla palestra locale per fare qualche boulder, a casa uso molto gli anelli e la hangboard.

Cadi, scivoli, sbagli il movimento... Che cosa ti spinge a riprovarci? La testardaggine ed il desiderio di risolvere questo enigma. Cadere e non avere la certezza di poter completare la via o eseguire un movimento, sono cose che mi motivano più di qualcosa che so di poter fare. La sfida di uscire dalla mia comfort zone mi spinge a dare sempre di più. 

Cosa fai quando non arrampichi? Vado a cavallo e lavoro nella mia piccola fattoria